Papers

Scritture mediali: una riflessione su opportunità e problematiche
(Alberto Parola)

Abstract:

Il contributo offre una riflessione relativa all’apprendimento e allo sviluppo della scrittura nell’era del digitale e al pensiero narrativo. Si prefigura una complessità legata all’abilità di produrre testi che si intrecciano durante il tempo dedicato alla scuola e, parallelamente, al tempo libero di bambini e adolescenti. Per raggiungere obiettivi finalizzati a competenze effettivamente valutabili e capacità riflessive in riferimento ai diversi piani delle differenti scritture mediali, occorre che insegnanti e famiglie si alleino all’insegna di una visione ottimistica dei processi educativi. In special modo, bisogna lavorare sull’ipotesi che l’apprendimento di grammatiche e sintassi di ogni linguaggio rinforzi tutti gli altri linguaggi con cui si fa esperienza, da quelli espressivi a quelli digitali, senza alcun tipo di pregiudizio o distinzione.
Per leggere l’articolo clicca il seguente link: http://www.fupress.net/index.php/formare/article/view/15581/15127

 

Parlare con le immagini. Come i media possono ridare voce a persone affette da afasia
(Lorenzo Denicolai)

Abstract:

L’articolo presenta i risultati di una sperimentazione di pragmatica della percezione e della comunicazione con i linguaggi multimediali e il coinvolgimento di persone affette da afasia. La ricerca mira a comprendere come il paziente afasico possa servirsi delle tecnologie e dei linguaggi mediali come metodologie alternative o migliorative della propria comunicazione, affiancando così una pragmatica basata sulla pluricodicità tipica dei media a quella verbale (che risulta essere, nella maggior parte dei casi, compromessa). L’articolo intende presentare e descrivere l’attività svolta con il gruppo di pazienti afasici e i risultati ottenuti, con particolare attenzione ai processi sintagmatici, cognitivi e relazionali che si sono manifestati durante lo svolgimento della sperimentazione.
Per leggere l’articolo clicca il seguente link: http://www.fupress.net/index.php/formare/article/view/15424/15116

 

Ricerca – Azione e competenze mediali
(Alberto Parola)

Abstract:

Il contributo offre una visione di ricerca-azione utile allo sviluppo di competenze mediali, grazie al legame tra differenti contesti che possano consentire ai gruppiclasse di suggerire, attraverso una comunità di pratica, costruita anche per mezzo dei nuovi media (piattaforme, social network, ecc.), le tecniche, le pratiche e i metodi più efficaci per fare mediaeducazione a scuola. In tal modo, realizzando protocolli d’intesa tra enti differenti e progettando una formazione mirata per gli insegnanti che coniughi educazione ai media e ricerca educativa, è possibile costruire curricoli mediaeducativi che permettano di sfruttare le opportunità offerte dai mondi digitali e di sviluppare competenze mediali spendibili anche nelle professioni del futuro.
Per leggere l’articolo clicca il seguente link: 2014 – Ricerca-Azione e competenze mediali

 

Modelli televisivi e apprendimento. Il talk show “Gladiattori”
(Lorenzo Denicolai)

Abstract:

L’articolo presenta il talk show “Gladiattori”, format per web tv ideato e sviluppato dal centro interdipartimentale di ricerca Cinedumedia, Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione, Università degli Studi di Torino. Lo scopo del progetto è sperimentare una metodologia didattica innovativa con il video e i linguaggi multimediali. Partendo dalla teoria del dialogo platonico e da alcuni studi di pragmatica, comunicazione, antropologia della performance e televisione, l’articolo analizza come il talk show (e, in genere, il video) possa essere utilizzato nella didattica e nella formazione per acquisire competenze e conoscenza e applicare un nuovo interattivo, collaborativo e collettivo metodo di studio.
Per leggere l’articolo clicca il seguente link: http://www.fupress.net/index.php/formare/article/view/17065/15968